Sitemap - MyWhere pandora incanta i prezzi


pandora incanta i prezzi

pandora charms priser
encantos pandora genuínos
Пандора uk
price pandora bracelet
site oficial da pandora

List of Top Websites Like Relaisbijouxischia.it

Top 250 Websites Like RELAISBIJOUXISCHIA.IT

Download The Top 500 Websites in Excel rankurltitledescriptionkeywordsalexa rankquantcast ranksimilar more info collapse1 relaisbijouxischia.it
bed and breakfast ischia porto relais bijoux piscina jacuzzi splendido panorama offerterelais bijoux è uno splendido bed and breakfast sullisola dischia, con un meraviglioso panorama sul golfo di napoli, piscina, jacuzzi, camere ed appartamenti dotati di ogni comfort.ischia suite landscape more info collapse2 villadurrueli.it
hotel ischia – hotel ischia ponte – hotel ischia porto ischial’hotel a ischia per le proprie vacanze, è l hotel villa durrueli resort & spa. hotel versatile a ischia dai colori blu del mare, il nostro hotel di ischia è situato in una posizione strategica ed offre la possibilità di soggiornare in un ambiente elegante.hotel, ischia, porto, pontesimilar more info collapse3 villagiovi.it
bed and breakfast ischia - villa giovibed&breakfast con: prima colazione, solarium, terrazzino panoramico, aria condizionata. breakfast, solarium, small panoramic terrace, air conditioned. forio d'ischia (napoli)ischia, campania, breakfast, napolisimilar more info collapse4 hotellascogliera.it
hotel a ischia 4 stelle vicino al mare | hotel la scoglierahotel 4 stelle a forio, isola di ischia: la scogliera è l’hotel giusto per la tua vacanza ad ischia. tra la baia di san francesco e la chiaia e a poca distanza da forio.ischia, hotel, bambini, forio, terme, come, offerte, dintorni, escursioni, bellezze, posti, fanghi, adatta, belli, alloggiare, alberghi, beauty, prenotazioni, traghetti, isolaverdesimilar more info collapse5 relaisilcastello.com
relais il castello | relais in umbria con piscinarelais il castello è un relais in umbria dotato di piscina e centro benessere. il relais è a todi - perugia. contatta il nostro relais 4 stelle.relais, umbria, piscina, castellosimilar more info collapse6 hotellequerce.it
hotel 4 stelle ischia porto terme beauty farmhotel le querce terme & spa 4 stelle sul mare ad ischia porto con piscina e centro benessere. info e prenotazioni 081 982378similar more info collapse7 albergolequerce.it
hotel 4 stelle ischia porto terme beauty farmhotel le querce terme & spa 4 stelle sul mare ad ischia porto con piscina e centro benessere. info e prenotazioni 081 982378similar more info collapse8 ischia-taxi.it
taxi ischia offre: trasferimenti, giri dellisola, servizio notturno e molto altro.servizio ischia taxi 24 h su 24: disponibilità e prezzi in tempo reale. chiama subito al 335/8032528 oppure 328/1012017 saremo da te in soli 10 minuti.taxi, ischia, porto, serrara, barano, fontana, maronti, santangelo, lacco, telefono, casamicciola, terme, ameno, foriosimilar more info collapse9 hoteldonfelipe.it
hotel don felipe hotel 3 stelle ischia - hotel cartaromana - hotel donfelipe cartaromana ischia - home pagetra le colline di cartaromana, sorge l’albergo don felipe, direttamente sul mare. la struttura è dotata di confortevoli camere tutte con bagno o doccia, dotate di tutti i comfort. una piccola piscina di acqua termale offre la possibilità di un rilassante bagno ed i suoi solarium permettono una splendida tintarella.hotel, ischia, cartaromana, castello, aragonese, ponte, stelle, donfelipe, portosimilar more info collapse10 hoteltermealexander.it
hotel terme alexander ischia albergo terme alexander ischial’hotel terme alexander è situato direttamente sul mare, circondato da un ampio parco privato, che immette sull’elegante passeggiata di corso vittoria colonna. grazie alle sue vivaci e calde atmosfere, offre l’opportunità di vacanze in completo relax: 100 camere ampie e luminose 1 piscina che si affaccia direttamente sull’azzurro del mediterraneo 1 attrezzatissimo centro termale comodi ascensori per raggiungere i piani ed un ampio parcheggio privato.ischia, hotel, alexander, stelle, alberghi, terme, termale, porto, parcosimilar more info collapse11 hotelfelix.it
hotel terme felix - ischiahotel terme felix di ischia albergo di 4 stelle con 3 piscine termali, beauty farm e terme centralissimo ad ischia portoischia, vacanze, alberghi, hotelsimilar more info collapse12 annabelle.it
hotel annabelle di ischia, hotel ischia, alberghi ischia con le migliori offerte last minuteil sito ufficiale dell'hotel annabelle di ischia, il prezzo minimo è garantito solo su questo sito e siamo un hotel a ischia portoischia, hotel, alberghi, minute, last, annabellesimilar more info collapse13 daraffaele.it
hotel da raffaele - ischiain pieno centro, ad ischia porto, sul corso principale si trova l'hotel da raffaele, confortevole 3 stelle a due passi dal lido d'ischia e circondato da negozietti, caffè, ritrovi e boutiques.ischia, hotel, stelle, spiaggiasimilar more info collapse14 caladegliaragonesi.it
cala degli aragonesiischia, cala degli aragonesi: il porto turistico dellisola di ischia.porto, imbarcazioni, diporto, noleggio, barche, vacanze, escursioni, servizi, aliscafi, traghetti, napoli, sorrento, ristoranti, spiagge, albergi, forio, serrara, ameno, lacco, casamicciolasimilar more info collapse15 caldoglaciale.it
caldo glaciale - tour operator specializzato in ischiasito ufficiale caldo glaciale di ambanelli alessio. tour operator specializzato in ischia - accoglienza e assistenzaischia, hotel, ponte, stelle, della, liberazione, festa, valentino, pasqua, ferragosto, epifania, terme, carnevale, aprile, capodanno, giugno, minute, offerte, last, alberghisimilar more info collapse16 parcoedera.it
hotel terme parco edera - ischiahotel terme parco edera di ischia albergo di 3 stelle con 3 piscine termali, beauty farm e terme centralissimo ad ischia portoischia, vacanze, alberghi, hotelsimilar more info collapse17 relaisvictoria.it
relais bed & breakfast victoria - san macario ( lucca )relais victoria, bed & breakfast a lucca, il più rilassante soggiorno in toscana.relais, breakfast, alloggio, camere, centro, storico, lucca, affittacameresimilar more info collapse18 almesol.it
alme sol - homelingue straniere e doposcuolaischia, lingue, tedesco, inglese, test, russo, doposcuola, scuola, straniere, linguistico, ripetizioni, scuole, lingua, russasimilar more info collapse19 sweetposeidon.it
home - sweet poseidon - bed & breakfast isola d'ischiahotel sweet poseidon è una struttura incantevole, si trova in un posto più bello dell'isola d'ischia, dove potete ammirare un panorama bellissimo del comune di forio. sweet poseidon si trova a punta imperatore al di sopra della baia di citara.poseidon, sweet, ischia, hotel, giardinisimilar more info collapse20 residencevillacristina.it
residence villa cristina ischia, offerte residence ischia, appartamenti ischia, villa cristina ischia, residence forio di ischia, vacanze ischia, fittacamere ischiail residence villa cristina ischia è un residence con piscina e ristarante ideale per le tue vacanze a ischia.ischia, residence, cristina, villa, appartamenti, alloggisimilar more info collapse21 hotelulisse.com
hotel ulisse - lhotel 3 stelle ad ischiasolo qui trovi la migliore offerta per una vacanza a ischia. e le vacanze a ischia hanno qualcosa in più con lhotel ulisse, un hotel 3 stelle tra ischia porto e ischia ponte, a due passi dal mare, con due piscine riscaldate, wi-fi gratuito nelle camere, una vista stupenda sul castello aragonese e un ristorante con specialità ischitane e mediterranea. una vacanza a ischia in unatmosfera cordiale e familiaresimilar more info collapse22 hotelvittoria-ischia.it
hotel vittoria ischia - sito ufficiale - albergo vittoria ischia - offerte last minute pacchetti speciali hotel ischiaun albergo 3 stelle nel centro di ischia porto, a pochi metri dal mare e dalle terme, offre una vacanza tranquilla e rilassante all’insegna del benessere e della buona cucina. il giardino mediterraneo, attrezzato con 2 piscine per un soggiorno piacevole e salutare. terrazze elioterapiche, bar, snack bar. gratuiti internet point, wi-fi nelle aree comuni e piccolo parcheggio privato.piscine, speciali, piscina, mare, spiagge, pacchetti, offerte, ischia, vittoria, albergo, benessere, terme, hotelsimilar more info collapse23 bellevuehotel.it
hotel bellevue ischia - albergo 3 stelle ischia porto con 2 piscine termali per vacanze benessere e relaxl'hotel bellevue sorge nel comune di ischia porto. in una delle più comode, incantevoli e panoramiche zone dell'isola; dalle sue terrazze si può godere della spettacolare vista sul famoso castello aragonese, sulle isole di procida e vivara e sul golfo di napoli.similar more info collapse24 romildannarelaisischia.com
romildanna relais ischia | ischia, sole, mare, relaxsimilar more info collapse25 hotelloreley.it
hotel ischia | hotel 3 stelle ischia | hotel sant'angelo d'ischial'hotel loreley ischia è un hotel a 3 stelle a sant'angelo d'ischia. prenota la tua vacanza a ischia.hotel, ischia, stelle, acqua, piscina, caldasimilar more info collapse26 albergoatlantic.it
albergo atlantic - ischia porto - isola di ischiabenvenuti sul sito ufficiale dellalbergo atlantic. una vacanza nel cuore dellisola di ischia, a 5 minuti dalla piazzetta, dal mare e dalle spiagge e dai locali notturni pi frequentati.similar more info collapse27 villalabianca.com
bed and breakfast di charme a camaiore (versilia) villa la bianca - benvenutivilla la bianca un elegante ed esclusivo bed and breakfast relais di charme con piscina e ristorante ubicato a camaiore, a pochissimi chilometri dalle pi belle spiagge della versilia.camaiore, relais, versilia, charme, breakfastsimilar more info collapse28 soggiornostibbert.com
bed and breakfast firenze – b&b firenze - beb firenze - b&b relais stibbertbed and breakfast economico a firenze vicino al centro storico, all'area business e ai dintorni della città. relais a gestione famigliare con servizi moderni superiori.firenze, relais, stibbert, ufficiale, sito, breakfastsimilar more info collapse29 bedandbreakfastaischia.it
bed and breakfast ischiabed and breakfast a ischia con servizio di camera e colazione o cena in ristorante convenzionato. vicino alla spiaggia, al porticciolo.similar more info collapse30 paradisebeachhostel.com
paradise beach ischia hostel backpackersthe best social hostel ischia has on the island and closest to the beach. ischia, in the gulf of napoli, italy. offers cheap budget hostel with dormitory beds and twin rooms at hotel standards. free breakfast and wifi. hostel ischia backpackershostel, ischia, beach, maronti, napoli, italy, naples, backpackers, budget, accommodation, springssimilar more info collapse31 abc-caribe.com
homeabc caribe es una empresa dedicada a la venta de led de color para piscina, jacuzzi, fuente, illuminacion, aguapara, illuminacion, jacuzzi, piscina, fuentes, bombillo, fuentesimilar more info collapse32 lamarticana.it
hotel la marticana 3 stelle ischia porto | sito ufficialea soli 150 metri dal porto di ischia, lhotel la marticana è un confortevole hotel 3 stelle con formula b&b. chiama per informazioni al (+39) 081 3334431similar more info collapse33 villasirena.com
hotel villa sirena *** - sant'angelo d'ischiadormire a ischia, dormire a sant'angelo, albergo ischia, vacanze ischia, mare ischia, sant'angelo 3 stelle, piscina terme, cure termali ischia, mare, sole, napoli, isole di napoliischia, napoli, mare, dormire, sole, termali, isole, cure, stelle, albergo, vacanze, piscina, termesimilar more info collapse34 ischiaferien.de
ischia ferien - urlaub mit freudeischia ferien gmbh - spezialist der insel ischia, insel capri, insel procida, amalfiküsteischia, hotel, insel, flug, transfer, capri, kuren, feste, ameno, meer, thermalwasser, therme, sonne, lacco, forio, procida, angebote, pauschalreisen, sonderangebote, santsimilar more info collapse35 hotelreferdinandoischia.it
grand hotel delle terme re ferdinando ischiagrand hotel delle terme re ferdinando ex jolly hotel via alfredo de luca, 70 - 80077 ischia porto (na). telefono 081.507.01.11 - fax 081.993156 - www.hotelreferdinandoischia.it - email [email protected] il grand hotel re ferdinando coniuga alla perfezione benessere, teme, relax per la tua vacanza perfetta. e' situato al centro di ischia a due passi dallo shopping e vicinissimo al mare, in sintesi il tuo hotel a ischia ideale!hotel, ischia, lusso, stelle, grandsimilar more info collapse36 hotelpoggiodelsole.com
hotel poggio del sole ischiaischia hotel poggio del sole offers rooms with sea vie and terrace, continental breakfast for budget and romance,hotel, ischia, family, beach, negombo, restaurant, hopitality, madonna, springs, zaro, garden, casereccia, mortella, home, forio, romance, budget, hostel, made, cookingsimilar more info collapse37 casalepapa.it
casale papa loreto bed and breakfast camere marchebed and breakfast camere con piscina a loreto nelle marche. il casale papa è a due passi dal santuario di loreto e dalla riviera del conero, un territorio di emozioni e passioni dove trascorrere una vacanza indimenticabile di sole, natura, cultura, arte, cucinaloreto, recanati, porto, dormire, alberghi, marche, vacanze, mare, conero, breakfast, vacanza, residence, hotel, nera, castelfidardo, riviera, madonna, affittacamere, camere, anconasimilar more info collapse38 panoramabb.com
panorama bed and breakfast chemainuspanorama bed and breakfast chemainus, bcchemainus, breakfast, panorama, cowichan, valley, hotel, accommodations, ladysmith, accommodation, northsimilar more info collapse39 parcoverde.it
hotel parco verde terme ischia porto - sito ufficialel'hotel parcoverde terme è situato al centro di ischia porto, a pochi passi dalle vie più rinomate, popolate di boutiques, ristoranti e locali notturni. stessa distanza per raggiungere il mare e la spiaggia convenzionata, riservata agli ospiti dell'hotel.similar more info collapse40 albergoambasciatori.com
hotel ambasciatori ischia | spa in centro ischia sul marel’ ambasciatori è un suggestivo hotel a 4 stelle, hotel ischia sul mare, in una vera oasi di tranquillità, ma nel contempo al centro di ischia porto.similar more info collapse41 ormesanivenice.com
relais agriturismo venezia nel veneto hotel relais agriturismo di charme a 15 minuti da veneziarelais agriturismo sofisticato e di lusso, in un oasi verde con camere e appartamenti design, ristorante e centro benessere: piscina, sauna, fitness, relax, cromoterapia...venezia, benessere, piscina, aeroporto, treviso, centro, charme, agriturismi, veneto, relais, lusso, agriturismosimilar more info collapse42 dicohotels.it
dicohotels ischia - sole, mare, relax, terme. le quattro stelle dell'isola di ischiavacanze, relax, mare, terme e benessere ad ischia, la perla del golfo di napoli. offerte e prenotazione last minute on line.ischia, minute, last, terme, hotel, vacanza, hotels, offerte, ristoranti, estate, lido, turistico, ufficio, consigliati, kamnpanien, relax, mare, sole, sonne, strandsimilar more info collapse43 ischia.org
ischia, hotel ischiaischia, hotel ischia, ischia hotel, la guida completa, residence, appartamenti, foto panoramiche, tempo libero, storia, manifestazioni, trekking, snorkeling.ischiasimilar more info collapse44 relaisparadisoumbria.com
relais umbria - hotel con spa in umbria | relais paradiso umbriarelais paradiso è una residenza d'epoca in umbria con piscina e spa. regalati un'esperienza unica e salutare in un relais esclusivo a perugia.similar more info collapse45 portopanorama.gr
hotel porto panorama - ξενοδοχείο πόρτο χέλιporto panorama hotel in porto heli - ξενοδοχεία και δωμάτια στο πόρτο χέλι - rooms and apartments in porto helisimilar more info collapse46 tikisun.fr
tiki sun - bijoux intemporels, chics, modernes et tendances - tiki sun bijouxtiki sun bijoux est une marque pour femmes urbaines, branchées, modernes qui aiment souligner une féminité simple et élégantebijoux, cadeaux, femmes, made, glamour, france, createur, mode, luxe, fantasie, moderne, rock, chic, perlessimilar more info collapse47 hoteldelfini.it
strand hotel terme delfini ischia porto - sito ufficialel'hotel delfini terme è situato al centro di ischia porto, a pochi passi dalle vie più rinomate, popolate di boutiques, ristoranti e locali notturni. stessa distanza per raggiungere il mare e la spiaggia convenzionata, riservata agli ospiti dell'hotel.similar more info collapse48 hotelcontinentalischia.it
hotel ischia 4 stelle - hotel continental ischia con 5 piscine termali e spa - hotel ad ischia portohotel ischia continental ischia 4 stelle con terme, spa, piscine termali e centro benessere ad ischiapiscine, terme, ischia, albergo, hotelsimilar more info collapse49 hotelfloraischia.it
hotel flora ischia porto, albergo 3 stelle ischiahotel, ischia, flora, stelle, albergo, beauty, health, portosimilar more info collapse50 ischiaprenota.it
centro prenotazione hotel isola d'ischiatel: 08119752146 offerte hotel isola d' ischia primo centro di prenotazione offerte hotel ischia, 24h/24h offerte aggiornate in tempo reale con servizio assistenza telefonica durante il soggiorno.hotel, ischia, terme, termali, offerte, termalesimilar more info collapse51 marebosco.it
marebosco bed and breakfast - porto empedocle (ag) - www.marebosco.itbenvenuti in sicilia, in provincia di agrigento, nella bellissima città di “porto empedocle”. qui, alle falde della collina monserrato, c’è la vostra meta: il b&bbreakfast, marebosco, italie, italien, hostels, mare, affittacamere, italy, porto, empedocle, agrigento, italiasimilar more info collapse52 pagodahotel.it
pagoda hotel e residence ischia - il luogo magico per le tue vacanze da sognoscopri ad ischia il fantastico hotel e residence pagoda, un'oasi di piacere e di benessere, un angolo di paradiso direttamente sul mareischia, mare, terme, porto, vacanze, hotel, residence, pagodasimilar more info collapse53 hotelnettunoischia.it
hotel ischia 4 stelle | hotel nettuno | hotel ischia forio sul marehotel 4 stelle di charme ad ischia. hotel a forio d'ischia vicinissimo al centro e al mare. hotel con spa e servizio di spiaggia privata e terme ad ischia. hotel 4 stelle ischiamare, spiaggia, terme, piscina, stelle, ischia, forio, hotelsimilar more info collapse54 lacasaparticularbari.it
la casa particular bari palese homepagela casa particular bed and breakfast a bari palese | bed and breakfast a pochi passi dallaeroporto bari palese...bari, breakfast, palese, hotel, particular, puglia, casa, piscina, wifi, aria, condizionata, animali, aeroporto, pensione, bblacasaparticular, porto, fierasimilar more info collapse55 hotelmagnoliaischia.com
hotel magnolia ischia na | preventivi e prenotazioni on linehotel del gruppo hmc hotels.lhotel magnolia ischia, unoasi di tranquillità con vista del golfo e del vesuvio, hotel ideale per famiglie. via epomeo 3, ischia tel +39 0200615212ischia, hotel, ischitani, soggiorno, albergo, magnolia, prenotasimilar more info collapse56 ravino.it
residence ischia bb in un giardino botanico, villa ravino, forio d' ischia. residence ad ischiaresidence ischia: in un giardino botanico. bed and breackfast a forio d' ischia. sull'isola residence ischia, inusuale con piscine termali, sauna, vista mare, bar, ischia residenceischia, residence, appartamenti, bedandbreackfast, italy, ravino, foriosimilar more info collapse57 bbabracadabra.it
b&b abracadabra | ravenna | mirabilandia | htto://www.bbabracadabra.it/bed and breakfast con piscina, in romagna, a 10 minuti da mirabilandia. casolare di campagna completamente ristrutturato, a un passo da mare e città.breakfast, piscina, week, romagna, vacanza, free, benessere, carnevale, marzo, weekend, ravenna, gratis, romanticosimilar more info collapse58 villangiolina.com
bed and breakfast in centro a sorrento - b&b sorrento - relais villa angiolinanel cuore di sorrento, incantevole perla della penisola incastonata tra il golfo di napoli e la costiera amalfitana, sorge il relais villa angiolina, dimora storica restituita a nuova vita.sorrento, centro, relais, breakfast, villa, angiolina, accommodation, alberghi, hotel, hotelssimilar more info collapse59 panoramabeach.it
bed and breakfast panorama beachb&b panorama beach, situato a pochi passi dal mare in una delle aree più belle dell'abruzzobeach, panorama, abruzzo, breakfastsimilar more info collapse60 agriturismo-dragoncello.com
appartamenti con piscina nelle marche, italy - -week end in agriturismotrascorri le tue vacanze in agriturismo nelle marche, italy, relax, benessere, pace, cucina genuina. bellissimi weekend in agriturismo.marche, agriturismo, piscina, vacanze, nelle, appartamenti, breakfast, country, estate, ville, bambini, affitto, agriturismi, villa, italy, famiglie, casa, houses, house, casesimilar more info collapse61 bnbleisole.it
bed&breakfast le isole - isola di ischiale isole è un elegante bnb sito sullincantevole isola di ischia. il bed&breakfast a conduzione familiare è un posto unico dove regnano pace e tranquillità.similar more info collapse62 appartamentoischia.it
agenzia immobiliare ischia ischia vendita appartamenti ischia ischia case ischiasimilar more info collapse63 residencelarosa.com
hotel ischia a forio - hotel residence la rosahotel ischia con piscine e benessere. hotel ischia a forio a pochi minuti dalla spiaggia di citara. hotel ischia immerso nel verde. hotel terme ischia con spaischia, hotel, terme, citara, forio, spiaggia, vacanze, alberghisimilar more info collapse64 hotelpresidentischia.it
hotel terme president ischia porto, hotel ischia 4 stellehotel, ischia, president, stelle, albergo, terme, porto, quattrosimilar more info collapse65 ordutemps.com
bijoux or du temps paris : bijouterie - bijoux - marques - montresbijoux, mesure, creation, createur, precieuses, pierres, bijouterie, argent, diamantssimilar more info collapse66 sorrisoresort.it
hotel 4 stelle ischia con terme e centro benessere, le migliori offerte garantite per ischiail sorriso terme resort & spa è un 4 stelle situato a forio d'ischia, sulla splendida baia di citara, l'albergo ideale per la tua prossima vacanza ad ischiaischia, terme, albergho, vacanze, stelle, hotel, resort, sorrisosimilar more info collapse67 galassiabijoux.com
galassia bijoux porto azzurro isola d'elbapagina ufficiale del negozio galassia bijoux di porto azzurro isola d'elbaazzurro, isola, porto, gemma, bijoux, shop, gioielli, galassiasimilar more info collapse68 balcondevalor.com
balcón de válor. casas rurales en la alpujarra, granada. sierra nevada.mejor precio garantizado. reserva directa. con piscina, jacuzzi (algunas casas), barbacoa, calefacción, chimenea, parque infantil.jacuzzi, piscina, granada, alpujarra, rural, apartamento, casasimilar more info collapse69 castellovertine.it
relais castello di vertinerelais castello vertine. un bed & breakfast in un meraviglioso castello nel cuore della toscana, il chianti classico. relais castello vertine. a bed & breakfast in a marvellous castle in the heart of tuscany, the chianti classicochianti, tuscany, toscana, appartment, gaiole, vertine, italia, italy, siena, cottage, rooms, breakfast, hotel, camere, castle, castello, relaissimilar more info collapse70 ischiasite.it
offerte hotel ischia: last minute vacanze terme ischia | ischiasitele offerte last minute più convenienti alle terme di ischia in hotel ischia sul mare! offerte bambini gratis, spiaggia inclusa, cure termali ischia spa.ischia, hotel, mare, cure, termali, terme, offerte, last, minute, isola, vacanzesimilar more info collapse71 ristoranteangimbe.it
relais angimbè - albergo con piscina - calatafimi (trapani)relais angimbè a trapani: albergo con piscina, sala convegni, sala ricevimenti, ristorante, la struttura giusta per organizzare eventisimilar more info collapse72 alportodicagliari.it
al porto di cagliari rooms-affittacamere-zimmer- habitaciones-chambres | affittacamere - cagliari - al porto - con formula bed & breakfastl’affittacamere è situato al quarto piano di un moderno palazzo signorile nel quartiere marina, davanti al porto di cagliari, da cui si gode vista del mare, del porto e del castello, quartiere medievale di cagliari. il palazzo è riservato, silenziosobreakfast, sardegna, cagliarisimilar more info collapse73 casasruralesdeguadalajara.com
casas rurales en guadalajara cerca de madrid con piscina, jacuzzi, bbqlas 10 mejores casas rurales de guadalajara para grupos, con piscina, jacuzzi y barbacoa, encuentra tu casa rural con encanto en la arquitectura negra de guadalajara.similar more info collapse74 matterabus.com
noleggio bus ischia | linea bus per ischia | autobus ischiamattera bus ischia, noleggio bus gt, autobus e linea bus per ischia da tutta litalia, escursioni guidate, viaggi di istruzione a ischia per scuole e bambini.similar more info collapse75 ischia.it
ischia.it - hotel ed informazioni sull'isola d'ischiaischia.it, informazioni turistiche, alberghi, hotels, ristoranti, appartamenti, ville, spiagge sull'isola d'ischia, orari marittimi ed eventi sempre aggiornati.ischia, spiagge, eventi, orari, ville, appartamenti, hotel, alberghi, ristorantisimilar more info collapse76 fmrural.com
casas de alquiler turístico en el rural, vacaciones, relax, escapadas, fiestas, diversión, piscina, jacuzzi, entretenimiento, yates, deporte náutico, senderismo, aventura, gastronomía, playa, marcasa rural finca mangúeiro y a casa nova, en finca mangüeiro te ofrecemos establecimientos de un gran nivel de confort para tus vacaciones, de alquiler exclusivo, en el enclave más atractivo de las rías baixas, piscina, jacuzzi, cerca del mar, y con gran numero de actividades de ocio a tu alcance.galicia, pontevedra, baixas, jacuzzi, piscina, casa, villa, chalet, finca, alquilersimilar more info collapse77 algheropanorama.it
pagina di ingresso - bed and breakfast panoramabed and breakfast panorama, nel cuore del centro storico un b&b di charme...similar more info collapse78 residencelevigne.it
residence le vigne | appartamenti ischiaresidence le vigne, affitta appartamenti sull'isola di ischia, nella zona di san francesco (forio), a pochissimi passi dal mare, tra natura e cultura per una vacanza di tutto divertimento e relax.ischia, residence, vigne, monolocali, appartamenti, bilocalisimilar more info collapse79 relaisdellarovere.it
hotel relais a siena in toscana - hotel con piscina vicino siena nel chianti - relais della roverehotel relais vicino siena in toscana. una location suggestiva per trascorrere le vacanze e soggiornare in toscana. l’hotel relais della rovere è dotato di piscina e parco ed è vicino a siena e san gimignano.hotel, siena, vicino, chianti, relaissimilar more info collapse80 giardinodelleninfe.it
animazione indexvieni a ischia all' hotel giardino delle ninfe e la fenice, un hotel 3 stelle a ischia con centro benessere spa, parco termale e spiaggia privata ideale per una vacanza benessere a ischiaischia, hotel, benessere, centro, albergo, stellesimilar more info collapse81 ischiafinestre.it
ischia finestre: i tuoi infissi nellisola di ischia.ischia finestreischia finestre è lazienda leader nel settore della produzione e installazione di infissi ad ischia. ischia finnestre realizza infissi in alluminio e alluminio legno a freddo o taglio termico, sia battenti che scorrevoli.similar more info collapse82 dimhotelischia.it
hotel ischia, alberghi ischia, vacanze ischia, gruppo dimhotelshotel ischia: per una splendida vacanza in un hotel a ischia, scegli uno degli alberghi 3 e 4 stelle del gruppo dimhotels di ischia; offerte lastminute a ischiasimilar more info collapse83 ischiamarket.com
cerchi un hotel ischia? le migliori offerte hotel e alberghi ischia del web su ischiamarket.com.ischiamarket.com, prenota gli alberghi a ischia. benvenuto sul sito specializzato in vacanze e prenotazione di alberghi dell`isola d`ischiaischia, alberghi, hotel, promozioni, offerte, specialisimilar more info collapse84 relaisantonella.com
casa vacanze a citerna-anghiari-sansepolcro con piscina riscaldata e cromoterapia in umbria, al confine con la toscana, per soggiorni di relax immersi nella naturacasa vacanze immersa nel verde tra umbria e toscana con piscina, vicina a citta d'arteumbria, agriturismo, natura, citta, toscana, breakfast, vacanze, arezzo, sansepolcro, cortona, lontano, ricettive, chateaux, dormire, capodanno, anghiari, citerna, piscina, castello, relaissimilar more info collapse85 grifohotel.it
simple booking syncro box - vertical box kids agel’ hotel grifo è un ottimo 4 stelle è vicino sia al centro di ischia che di casamicciola, un solo km lo separa dalle due cittadine. vicino all’albergo – a 500 mt – troverete poi il famoso parco termale il castiglione con tante piscine di acqua caldahotel, casamicciola, ischia, alberghi, terme, stelle, piscinasimilar more info collapse86 serraalta.it
relais serra alta // a soli 7 km da urbino con piscina e parco giochiun antico casale di inizio 900, situato sulla collina di fermignano, in provincia di pesaro e urbino, è la location ideale per inscenare il vostro indimenticabile banchettoriservata, sala, disabili, gratuita, connessione, attrezzature, montefeltro, albergo, relais, alta, piscina, matrimoni, comunioni, battesimi, lauree, serrasimilar more info collapse87 relaisilfeudo.com
:: relais il feudo, la perla bianca del sannio, piscina benevento ::disco pub la caveja, cabaret di qualità relais il feudo ceppaloni benevento, piscina, albergo, relax, benessere, ristorante, pizzeria, cerimonie, matrimoni, comunioni, battesimi, feste di compleanno, divertimento, animazione, escursioni, virtual tournel complesso turistico relais il feudo si trova la piscina più bella di tutto il sannio, immersa in uno scenario incatevole. inoltre, puoi trovare il discobattesimi, feste, comunioni, matrimoni, cerimonie, compleanno, virtual, tour, escursioni, animazione, divertimento, pizzeria, ristorante, relais, caveja, feudo, ceppaloni, relax, benessere, albergosimilar more info collapse88 casaloraischia.it
casalora | bed & breakfast | forio d'ischia | homepagecasalora un'antica casa di campagna, situata in posizione panoramica sul promontorio di punta imperatore, nell'isola di ischia. originariamente costruita per la vendemmia, stata in seguito trasformata in bed & breakfast. circondata da un ampio terreno, ricco di alberi da frutto, ulivi, agrumi e da un giardino che nasconde angoli suggestivi per il relax. nella bella stagione i pasti vengono serviti sotto il pergolato da cui si gode la vista di magnifici tramonti. la cucina a base di prodotti genuini, propone i tipici piatti napoletani dagli antichi sapori e profumi.breakfast, agriturismo, turismo, forio, ischia, casalorasimilar more info collapse89 vacanzissime.com
vacanzissime.com - by aleste viaggiofferte, capodanno, ischia, hotel, minute, last, natale, italia, vacanze, puglia, isola, salento, porto, amalfitana, costiera, terme, cilento, calabria, campania, italianesimilar more info collapse90 hotelcasadelsolesantangelo.it
hotel 3 stelle ischia - hotel casa del sole - santangelo dischia - homeincastonato tra i caratteristici vicoletti del piccolo borgo di pescatori di sant’angelo, panoramico sul porticciolo e “la torre ”, l’hotel casa del sole è il luogo ideale per vivere il fascino della vacanza mediterranea in un atmosfera tipica, semplice e familiare.hotel, ischia, miramare, maronti, serrara, fontana, porto, barano, apollon, sole, stelle, santangelo, casa, aphroditesimilar more info collapse91 atmosphereischia.it
centro benessere atmosphere beauty wellness spa sull'isola d'ischiail centro benessere atmosphere beauty wellness spa ad ischia é il luogo ideale per trascorrere momenti di puro relax, piscina, palestra, sala massaggi, spa, cosmetica, sauna e solarium.palestra, piscina, relax, massaggi, estetica, solarium, sauna, cosmetica, system, isola, atmosphere, benessere, ischia, terme, dimagrire, centrosimilar more info collapse92 albergodamaria.it
hotel ischia offerte sul mare da maria ristorante spiaggia cartaromana terme spalhotel ristorante da maria, sullisola dischia, situato sulla spiaggia di cartaromana e a due passi dalle fonti dacqua termale, è il posto ideale per godere di uno splendido soggiorno, con un panorama unico e lattenta conduzione familiare da parte della famiglia napoleone. ottima cucina e grande cortesia.aragonese, castello, mare, massaggi, acqua, termale, evapotraspirazione, ambiente, trattamenti, piscina, maria, cartaromana, spiaggia, isola, ischia, offerte, terme, ristorante, hotelsimilar more info collapse93 perladelsudsalento.com
bed and breakfast nel salento vicino gallipoli con piscina esterna. bed and breakfast perla del sud vicino otranto, lecce, maglie. bed and breakfast gallipoli.b&b "perla del sud " sorge per far trascorrere ai propri ospiti, incantevoli soggiorni basati esclusivamente sul totale relax e nella piena tranquillit, grazie alla nostra piscina esterna. sito in collepasso via p.di piemonte, 85breakfast, gallipoli, vicino, salento, mare, puglia, hotel, lecce, vacanze, collepasso, casa, maglie, otrantosimilar more info collapse94 ischiaontheweb.it
alberghi ischia, hotel ischia, scopri le offerteportale di assistenza turistica gratuita per ischia hotel e offerte ischia dove poter trascorrere le vacanze a ischia.ischia, offerte, hotel, alberghi, scoprisimilar more info collapse95 borgomarinaro.it
b&b borgo marinaro - il bed&breakfast low cost!pozzuoli, napoli, procida, capri, costiera, ischia, tanto, poco, prezzi, breakfast, incredibili, offertissima, offertissime, campi, stracciati, sorrento, saldi, soggiorni, scontati, flegreisimilar more info collapse96 hotelinternazionaleischia.com
hotel internazionale ischiala conduzione familiare hotel international ischia *** si trova in una splendida posizione ed ha una calda piscina termale. le camere dispongono di balcone o ampia terrazza, il ristorante offre piatti locali, piatti internazionali e vegetariani.similar more info collapse97 hotelpanoramaporto-vecchio.com
hotel panorama - location de chambres au centre-ville de porto-vecchio, corse du sudhotel panorama location de 10 chambres avec parking velo moto voiture a porto vecchio corselocation, porto, hotel, chambre, hiring, guide, vecchio, corsica, corse, tourisme, mairie, moto, velo, cyclisme, randonneurs, randonnee, petit, terrasse, planet, chersimilar more info collapse98 operabnb.com
opera relais b&b | bed and breakfast messinail b&b opera relais si trova al centro della città di messina, a pochi passi dal duomo. camere confortevoli ampie e spaziose tel.090914681. la stazione ed il tribunale sono vicinissimi al bed & breakfast.messina, breakfast, centro, camere, albergo, alberghi, hotel, residence, minute, last, motel, vacanze, salus, convenzione, viale, europa, boccetta, stazione, villa, ostellisimilar more info collapse99 casantonio.it
b&b ischia, bed and breakfast ischia, marontisimilar more info collapse100 lasmelias.com
casa rural en ciudad real con jacuzzi - las meliascasa rural en ciudad real con jacuzzi, piscina, barbacoa... se admiten perros y animales de compañía. reserva ya!piscina, admite, perros, jacuzzi, casa, ciudad, real, ruralsimilar more info collapse101 borgoischiaponte.it
borgo di ischia ponteconsorzio borgo di ischia ponte è costituito da aziende artigiane, commerciali e di servizi che operano nel borgo di ischia ponte, al fine di coinvolgere gli attori economici e sociali dell’area di ischia ponte alle iniziative di riqualificazione e di sviluppo territoriali.ischia, consorzio, borgo, pontesimilar more info collapse102 picassoparrucchieri.it
parrucchiere ischia|centro estetico ischia estetica|picassoparrucchiere ischia con beauty center centro estetico ad ischia, picasso è coiffeur barbiere parrucchiere ad ischia ed ora anche estetica ischia.tel.081993158ischia, parrucchiere, centro, beauty, center, estetico, benessere, estetica, barberia, barbieresimilar more info collapse103 hoteltermeletizia.it
hotel terme letizia - ischia porto - isola di ischiabenvenuti sul sito ufficiale dellhotel letizia. una vacanza nel cuore dellisola di ischia, a 5 minuti dalla piazzetta, dal mare e dalle spiagge e dai locali notturni pi frequentati. una vacanza con piscine, terme, beauty farm, cucina straordinaria e animazione soft per bambini. benessere, natura e terme. notti magiche, mare, sole, shopping tutto a portata di mano.similar more info collapse104 hotellospenascales.es
hotel - hotel los peñascales, hotel para parejas en madrid, hotel por horas en madrid, hotel con jacuzzi y sauna en madrid.hotel por horas madrid. hotel para parejas en madrid. hotel con encanto madrid. hotel con jacuzzi madrid. hotel con piscina madrid. hotel los peñascales. hotel en las matas.el mejor love hotel de madrid, hotel en las rozas. hotel con jacuzzi en la habitacion. hotel con sauna en la habitacion. hotel privado en madrid.madrid, hotel, jacuzzi, hoteles, habitacion, parejas, para, romantico, horas, romanticos, suites, suite, piscina, privada, mejor, lovesimilar more info collapse105 relaissassetti.it
relais sassetti in pisa - b&b nel centro storico di pisarelais sassetti in pisa: dimora storica nel centro di pisapisa, schlafen, breakfast, torre, innenstadt, dormire, zoover, center, historical, trip, angebote, advisor, university, tower, tuscany, relais, dove, leaning, kitchen, withsimilar more info collapse106 lacycas.it
homeischia, bed&breakfastischiasimilar more info collapse107 leazalee.com
le azalee bed & breakfastil bed & breakfast le azalee, situato a castelnuovo di porto, offre camere dotate di tutti i comfort per un piacevole soggiorno nei pressi di roma: un'oasi di tranquillità e serenità a contatto con la natura.breakfast, roma, hotel, pensione, appartamento, vacanze, albergo, castelnuovo, portosimilar more info collapse108 ilpiccologiglio.it
il piccolo giglioil bed & breakfastbreakfast, porto, camere, lungomare, marche, holiday, prezzi, offerte, apartments, roomssimilar more info collapse109 larosabeb.it
bed & breakfast la ro.sa. - fiastra (mc)bed & breakfast la ro.sa. - fiastra (mc)macerata, recanati, porto, breakfast, alberghi, hotel, dormire, fiastra, appartamenti, case, loreto, zullo, russo, alessandrini, simonelli, giuseppe, locande, ristoranti, residence, prenotazionesimilar more info collapse110 villanichesola.it
relais con piscina verona | beb vicino a verona | residenza storica soave | villa nichesolail relais con piscina villa nichesola, residenza storica vicino a verona e al paese medievale di soave, offre un servizio di beb in appartamenti e camere.verona, storica, soave, nichesola, residenza, villa, vicino, piscina, relaissimilar more info collapse111 portorecanatiturismo.it
porto recanati turismo hotel agriturismi riviera del conero ristorantisito ufficiale di informazione turistica di porto recanati. hotel, campeggi, agriturismi, residence, bed and breakfast, camere, ristoranti, shopping, eventi.recanati, porto, vedere, cosa, ristoranti, agriturismi, riviera, guide, conero, campeggi, shopping, villaggi, camere, alberghi, hotel, breakfast, turismo, residence, eventi, turisticisimilar more info collapse112 globeinn.net
globe inn lehigh valley pennsylvania bed & breakfast lehigh valley b&b pocono mountains inn bucks county bed and breakfast valley forge pennsylvania b&bglobe inn is a lehigh valley bed and breakfast near the pocono mountains, bucks county and valley forge pennsylvania with jacuzzi fireplace suites, victorian decor, great dining and cozy pub.breakfast, pennsylvania, valley, pocono, bucks, inns, park, lane, fishing, boating, mountain, creek, bear, hiking, skiing, green, hotel, travel, ulicny, sharonsimilar more info collapse113 fiestaspas.com
venta de spas y limpiafondos y accesorios de piscina y jacuzzis | fiesta spasfiesta spas importador oficial de cal spas en españa. venta de spas, limpiafondos y accesorios de piscina, jacuzzi, bañeras hidromasaje, sillas y aparatos de masaje, saunas, productos home resort para su hogarspas, jacuzzi, venta, balnearios, madrid, hidromasaje, limpiafondos, piscinassimilar more info collapse114 ischiamagicahotels.it
hotel tre stelle ischia - vacanza ad ischia alberghi ischia offerte ischiahotel ischia, numerose offerte per ischia a basso costo con terme e benessere. puoi scegliere di alloggiare tra l'hotel terme zi carmela oppure hotel lord byronhotel, benessere, stelle, terme, offerte, ischia, forio, lastminutesimilar more info collapse115 scrignobijoux.it
home | scrigno bijouxsito di vendita componenti per bigiotteriaporto, perle, mantova, mantovano, anello, componenti, perline, collane, charms, valentina, bigiotteria, tomirotti, pepitosa, bijoux, cristalli, catenesimilar more info collapse116 catherine-fabre.fr
catherine fabre créateur de bijoux, montres, cadeaux et trophées à thème sportifquand votre sport devient bijou: depuis 19 ans, 80 thèmes sportifs: équitation, danse, gym, patinage...ou passions, à découvrir sur notre boutique en ligne.bijoux, cheval, accessoires, rugby, hockey, voile, basque, planche, pelote, handball, moto, jogging, parapente, scooter, table, piercings, piercing, pompiers, tennis, surfsimilar more info collapse117 piscinavalencia.ro
piscina valenciapiscina valencia craiova , localizata la iesirea din craiova spre pitesti , la km 9 (vis-a-vis de skoda), in incinta il capo tour craiova , va asteapta pentru a va petrece zilele insorite de vara intr-o atmosfera de vacantapiscina, bazin, copii, strand, restaurant, oltenia, jacuzzi, relaxare, valencia, craiova, olimpic, plaja, sezlongsimilar more info collapse118 vicolodelportolampedusa.it
b&b vicolo del porto | lampedusa (ag)il b&b vicolo del porto è un edificio storico, sapientemente ristrutturato in bed and breakfast, situato nella zona del porto vecchio di lampedusa a pochi passi dal viale centrale.lampedusa, vacanze, dormire, centro, camere, breakfastsimilar more info collapse119 parcocartaromana.it
hotel ischia hotel parco cartaromana ischia - official site - 3 three star hotels ischia island italythe parco cartaromana hotel is in a marvelous location and the view from the hotel is one of ischia's most captivating.ischia, hotel, hotels, star, island, three, parco, italy, cartaromanasimilar more info collapse120 ristorantearagoneseischia.it
ristoranti ischia, ristoranti ischia ponte, ristoranti ischia portoristoranti ischia, ristoranti ischia ponte, ristoranti ischia portoristoranti, ischia, porto, pontesimilar more info collapse121 clearcreekspas.com
repair for jacuzzi hot tubparts and free advice on how to repair your jacuzzi hot tub built since 1990.jacuzzi, whirlpool, premium, spassimilar more info collapse122 shopnetpiscinas.com.br
página principal shopnet piscinasloja virtual com equipamentos para piscina, aquecimento para piscina, iluminação em led para piscina, cascatas para piscina, produtos quimicos para piscina, aquecedor de ambiente.piscina, cascata, aquecedor, borda, pedra, solar, aquecimento, inox, fibra, filtro, chapeu, embutir, piso, equipamento, produto, tratamento, agua, aberto, ambiente, sistemasimilar more info collapse123 natsyl.fr
bijou de crateur, cadeau original femme, bijou cration originale - natsylbijoux créateur pierres naturelles et semi-précieuses, de conception et de fabrication française. création bijoux originaux de qualité, fantaisie et prestige.bijoux, fantaisie, femme, perles, corail, cristalsimilar more info collapse124 bijouxmansar.fr
bijoux fantaisies pas cher pour femme - bijoux mansarbijoux fantaisies pas cher pour femme , bijoux plaqué or et bijoux pierres naturelles pour offrir un bijou ou se faire plaisir à petit prix dans notre bijouterie en ligne à petit prixbijoux, cher, argent, fantaisie, tendance, rose, chakras, medecine, mode, douce, quartzsimilar more info collapse125 portorosso.net
bar ristorante pizzeria porto rosso - hometra il limite estremo di roccia e mare, immersi in un panorama fantastico della porta vecchia della città di monopoli, sorge il bar ristorante pizzeria porto rosso.ristorante, monopoli, rosso, panorama, romantico, porto, pizzeria, american, maresimilar more info collapse126 ischiatourist.de
ischia tourist gmbh - der ischia und capri spezialistischiatourist gmbh - der ischia und capri spezialistischia, hotel, insel, thermischekuren, relaxen, urlaub, idealer, wohnungs, apartamentssimilar more info collapse127 doctorpiscinas.com


POETI CONTEMPORANEI

Il blog della poesia, oggi. Curato da Francesca Rosa Farina

martedì 27 dicembre 2016

"CASA DI MORTI", IL ROMANZO DI FRANCESCA FARINA. RECENSIONE DI DOMENICO ALVINO.

Francesca Farina Casa di morti. Una sepoltura di grandezze Dalle nostre ossa imploro che erompa ed insorga un ultore che a ferro e fuoco persegua i dardanei bifolchi ora come un tempo e in qualunque altro tempo le forze si diano, e lidi con lidi, onde con onde armi con armi combattano essi e i nipoti. (Virgilio, Eneide, libro IV, vv. 625-629 - Trad. D. A.) Già questo esergo apre la prospettiva dell'opera come una rivendicazione storica: il ridisegno d'una Sardegna come casa ove ci fu il fervore di una grande vita, il cui ricordo fu poi lasciato scolorire nel tempo, ed essa si ricoprì d'un'ombra di morte. Sicché ce ne vuole per rimuovere quest'ombra o scavarci dentro alla ricerca dell'antico fervore. Ne consegue un libro ponderoso, un romanzo che si scuote sotto il peso d'una storia millenaria, con tutti i suoi carichi di cultura e avventura, altezze e bassure, e perfino abissi di dolore e vulcani di eroismi e d'ingegni, ivi sepolti e obliati . La narrazione inizia con l'escavazione di un paesaggio fatto di aridume, cose disseccate, valli divelte dalle quali si levano monti brulli e colline simili a monti ritratti, affetti di nanismo vorticoso. Su un simile paesaggio l'occhio si aggira alla ricerca di qualche anima che la civiltà vi abbia perso o cancellato: qualche casuccia, un orto, qualche strada che discende o s'inerpica vorticosa, volgendo seco prospettive di paesaggio cangianti ad ogni svolta, sicché ti viene l'ansia d'uno disperso in orizzonti sconvolti. La flora si direbbe che consti tutta di specie pressoché ànidre, quali lecci, malve, cardi e trifogli , eroicamente avvinte alla vita in gruppi stenti che faticano ad esser boschi. Gli uomini? Radi come i centauri e i satiri, quei pochi paiono discendere dai cervi, ché “dal sangue o dagli amori di una cerva” si diceva che fosse nato il Paese . E scavando scavando ecco che si trova un'origine Iliense, vale a dire troiana , con invadenze cartaginesi, romane, vandaliche, mauritane, che, persecutorie e fameliche, seminavano terrore spingendo gli Iliensi a riparare in caverne e cunicoli insieme a cervi ed ibis. E si trova che in queste sepolte atmosfere, nasce una religio si può dire istintuale che, mossa dal bisogno, mette capo alla dea Acqua, che adoravano presso querce e fonti – rare, queste, e per lo più sprofondate sotterra, sicché la ricerca era di una difficoltà disperante. Insieme ed anche attraverso questa religio si sviluppa in quegli antenati un carattere diffidente e riottoso, che si manifesta pur nella costante ricerca di comprensione ed amore in chiunque capitasse loro d'imbattersi. La consuetudine ad una vita ipogea sviluppa in loro la tendenza ad assimilarsi ai morti, se non ad ombre più morte dei morti: “Che importanza avevano infatti i vivi, se non erano in fondo altro che ombre, più morti dei morti?” L'idea della vita ne viene dunque pressoché cancellata e sono i morti a resistere nella civile immaginazione, e ad essi son dedicati luoghi, riti e memorie, tutto come rinchiuso in una sacra pietas, quasi trascorrente in una mistica fede. Così chiusi alla luce della vita, finiscono col disegnarsi ombre, e di queste... “... avevano consistenza, essendo le donne fragili, magre ed affamate, i bimbi scarni e deboli, gli uomini sofferenti e malati, resi feroci da tanta miseria, rabbiosi da tanto sangue, fatica e dolore.” Continuo è l'intervento della poesia, attivata da dispositivi tecnematici di grande potenza operativa, pure in una resa espositiva quanto mai delicata, come si osserva in questo brano, che fa quadro di tale miseria: “Pane di dolore infatti si mangiava, acqua di sangue si beveva, latte di morte si subiva. Il latte era nero, avvelenato come un frutto atroce, poiché veniva strappato di nascosto a un padrone vorace che ne calcolava anche le gocce e di esse chiedeva conto e bisognava renderne ragione; ad aprile, tanti erano i litri; a maggio, tanti; a luglio, tanti... E il padrone sapendolo, come lo sapevano tutti, servi e padroni, tanto si aspettava, da ogni gregge, ogni mese.” Pur con dispositivi tecnematici di grande semplicità – come sono quelli del mangiare, bere, nutrirsi, far di conto – si osservi qui un'operazione di poesia di grande potenza: quella della performance, consistente nell'eseguire (to perform), in termini testuali, quasi l'immagine fisica di ciò che si dice o si descrive o si racconta, con procedimento o fonosimbolico (qui il prevalere della vocalità aperta [a>e] a dar figura delle bocche affamate) o musicale (qui il degradare di questa apertura (a > e > i) a rendere il rassegnato richiudersi di esse bocche sul vuoto delle viscere) o seriale (qui il succedersi in ordine d'importanza vitale di pane (fame), acqua (sete), latte (a soddisfare, in mancanza delle prime, fame e sete insieme), ritmico (l'alternarsi di dattili, trochei, giambi e anapesti in guisa da rendere il succedersi, con tragica regolarità, di stenti e sventure). C'è poi, ad emergere, non direttamente, ma sempre attraverso l'operatività della poesia, la pietà per le bestie, le pecore soprattutto, costrette a far gregge, stringendosi tra loro per resistere alla fame, alle intemperie, ai maltrattamenti subiti dai pastori, ai soprassalti inferti loro dai cani, “accidiosi e tuttavia feroci, abbaiando loro con furia contro il fronte mobile della torma che si sbandava, arrancava, belando come se piangesse (struggente era infatti quel lamento, quasi voce umana, di bambino in gran pena...)”. Gregge che viveva dando insieme da vivere e, per un istinto atavico, si avviava e procedeva “senza mai scostarsi dal pastore, ma tentando tuttavia di fuggirlo, senza vederlo e senza sentirlo...” . Anche da queste parole spero si evinca la potenza operazionale della poesia: essa “accende un buio”, quello nel quale erano dannati a vivere pecore e pastori: nemici fra loro e insieme legati da una reciproca dipendenza, che dava a entrambi l'unica possibilità di vivere e sopravvivere. Ché “in quel Paese anche la speranza era morta”. La parola stessa “s'era ridotta alla rimasticatura di qualche sillaba bastarda vestita a nuovo, troppo recente per essere credibile e fiera” . L'esito operazionale di questo tecnema di reductio è impressionante: l'indigenza atavica e senza speranza esonda dalle cose e invade la lingua riducendola a relitti spersi d'altra lingua pregressa e dimenticata. E il diegema evidenzia che ciò tocca alla parola “speranza”, proprio alla speranza, dalla quale solitamente si sviluppa quella fede certa nel momento successivo su cui è innestata la possibilità stessa della vita! E solo poco oltre, la speranza si trascina dietro parole di pari entità, come sono amore, piacere, gioia, il che genera un riflusso di quella sorte rovinosa, dalla lingua, di nuovo alle cose della vita, sulle quali cala un cielo buio e definitivo, in cui sprofonda l'idea di futuro e quella delle nozze, rinsecchiscono le festività, e il caldo dell'estate si trasforma in predatore di bambini. Si osserva poi un tragico rispecchiamento di sorte tra la figliolanza delle bestie e quella degli uomini: agnelli strappati alle madri e barbaramente uccisi senza nessun riguardo al loro pianto (“la vendita del pianto degli agnelli” tìtola Francesca), e agnelle risparmiate perché figlino a loro volta fornendo altri agnelli e agnelle cui tocca la stessa sorte. E così i figli dell'uomo: i maschi tenuti alla fatica agricola e pastorale, “infelici e muti e pieni di rancore”; le femmine mandate a studiare “in città lontane ostili e perigliose”. E ciò, nonostante che essi, da “liberi guerrieri”, si fossero ridotti a un popolo di pastori e contadini, seppellendosi in una solida ignoranza perfino di sé e della propria storia, ché senza questa il sé è cieco e muto, specie quando essa si reca nel grembo una luminosa mitologia come quella della loro origine: vi si ritrovano nientemeno che Sardus, figlio di Ercole e mitico loro antenato, dal quale aveva preso il nome la loro isola, e il figlio di Apollo e Cirene, Aristeo, che aveva loro insegnato l'arte casearia e l'apicoltura. Una realtà contraddittoria questa dell'isola, e pur così peculiare: la sua è una storia dimenticata, eppure se ne porta in seno il lume, che sembra trovi riflesso in un miracoloso trascolorare delle tinte d'ora in ora. Può essere dunque che per ogni sardo, e per Francesca, il problema sia similmente di viverla questa realtà, innestarsela a pelle, e poi con essa addosso dimenticata andare via leggeri, altrove, perché tanto è in te e trova i suoi riflessi nelle cose che fai, negli amori ed umori, e imprese che sogni e che compi. Perciò credo che viga, in Francesca, un amore nostalgico e senza speranza, organico e terribile nel suo spirito ferale, ma anche origine e natura di questo romanzo, peculiare anch'esso, come romanzo di una terra che ha lavorato l'animo di lei, come grido d'amore e di sprezzo, d'ammirazione e di odio, di attrazione e distacco. La si veda, questa realtà contraddittoria, anche nei Barones – parola che, per quanto io abbia potuto intendere, non è il nome della nota classe nobiliare dei baroni, ma il cognome di una famiglia dal sussiego nobiloide, che induce la pretesa di dominio, non solo sul villaggio ma anche sul cimitero, con lapidi altisonanti dove si definivano “primo sangue di Bithia e stirpe degli dei”, non per meriti che avessero verso la comunità, ma in quanto s'imponevano quali dèi malefici, tali da incutere terrore, e ai quali si dovevano “tributi di sangue” . Una religione dunque, ma una religione consustanziata di odio, al cui centro erano loro, con le loro donne in qualità di vestali, fossero esse maritate o rese vedove da omicidi, o perennemente nubili, per i divieti di sposare uomini di ceto inferiore. Farina chiama a raccolta la storia, in questa sua storia d'uomini e cose, a dire da che cosa siano essi prodotti, da che origini poderose, ed anche a far memoria di cose scomparse, di ingredienti e modi della bellezza antica – quali colori, gioielli, costumi, qui disegnati con tanta cura proprio perché non più godibili; ingredienti e modi d'una bellezza maturata di secolo in secolo, col concorso di popoli diversi, Cretesi, Troiani, Fenici, Assiro-babilonesi, che si avvicendarono nell'isola, i Troiani specialmente, dai quali presero essi perfino il nome di Iliensi, benché fossero più vicini a Didone che non ai Troiani . Origini grandiose dunque, che spiegano la stessa positività di un costume, che si ebbe in antico e permane a volte tuttora, quello di divinizzare le cose, che parrebbe una volgare e vana superstizione, mentre è il modo o uno dei modi più potenti di stabilire valori umani e civili, che rendono possibile e sorreggono la stessa convivenza. Così finisce anche a dire quid sit civilitas et quomodo mutetur in tempore . Ma ad accimare in questa narrazione appassionata, sono, più che momenti sereni, le crudeli malversazioni subite dai popoli che vi posero dominio, dai Romani, per esempio, come appena ne fulmina la frase latina, e, tra essi, a far di peggio, sono i personaggi più illustri per doti ed imprese, quali Cesare, Pompeo, Augusto e, più ancora Cicerone, l'oratore dal gran cece a sconcia-viso, “eccelso maestro di menzogne, che procurò infamia agli incolpevoli isolani chiamandoli latrones mastrucati ... e ben fu che alla fine pagò la giusta mercede con una morte indegna, avendo mozzato il capo e le mani dai pretoriani di Antonio”. Padroni, questi, dell'isola, che non vi misero mai il cuore, se la scambiarono come donna di bordello, come anche altri che vi successero di secolo in secolo, sempre più feroci e addirittura ignari, non solo dei bisogni e delle sofferenze del popolo, ma perfino della lingua, come dei luoghi stessi e della natura di quella terra. Da un'idea di ribelli, quali erano costretti ad essere gli isolani, i dominatori devono aver tratto quella di banditi capaci di delitti d'ogni sorta e quindi da tenere a freno con leggi spietate, alle quali neppure si sognavano di assoggettare se stessi . A un certo punto, da storia dell'Isola il romanzo volge a storia di stirpe, a cominciare da un antenato che fu nel contingente sardo alla guerra di Crimea (1855) . E questo fatto dell'antenato che volge a storia di stirpe senza che ve ne sia traccia sul piano referenziale, mette a soqquadro il nostro piano ragionare con la conferma che, in questo libro, costante è la presenza della poesia. Magari a volte se ne sente il solo respiro, che solleva certi moduli stilistici ad una tale elevatezza da meritar l'onore di un titolo loro proprio: per es., per il brano incipitario di pagina 64, La partenza o L'addio, titolo che sommuove la memoria di altre pagine esemplari, come quella dell'addio ai monti ne I promessi Sposi; o a dar fiato a certi incipit suggestivi, come quello a pagina 88: “Qui invece nel vasto Nord”, ove però la poesia già ha qualche chiaro armeggio; ma c'è poi l'impiego vero e proprio di tratti testuali o extratestuali a mo' di tecnemi che attivano autentiche operazioni di poesia, come si è già veduto di sopra nel brano di p. 8, o ne sia semplicemente apprezzabile il tentativo. Proprio così avviene in quella stessa pagina 88, in prosecuzione del periodo iniziale già indicato: vi si congegnano tratti di tempo, non nel loro proprio ordine consecuzionale, ma alternandoli secondo una pura e semplice ragion poetica, in modo da attivarvi autentiche operazioni di poesia. Da uno studio appropriato di critica operazionale, potrebbe venir fuori che ha valore tecnematico, e dunque di stimolo all'operatività della poesia, non solo la conoscenza, già di per sé ammirevole, della terminologia di ogni arte e mestiere, ma anche quella sua pronta capacità di render viva l'atmosfera di frontiera, quale l'avesse personalmente vissuta, con descrizione dello stato d'animo dei combattenti che è altro e più dell' “indiretto libero rivissuto”, che fu proprio della letteratura realistica di fine Ottocento, specie nella sua versione veristica. Il risultato – come in particolare si osserva a pag. 72 – è quello d'una delle più compiute, efficaci ed alte descrizioni della guerra, oggettivamente e psicologicamente. Quel suo dire dell'antenato sempre vicende di guerra, onorandone il valore quale componente sua naturale (non aveva fatto altro che le cose di sempre nella continua lotta contro gli elementi della natura a difesa dei suoi greggi e delle sue modeste proprietà), potrebbe dar ragione all'ipotesi del romanzo indirizzato a rivendicazione storica dell'isola, o potremmo dire che questa appunto sia una delle operazioni di poesia meglio riuscite. Ne può essere conferma, in sede referenziale, il dire in esplicito, del bisnonno, che... “la ferocia di Crimea e il sangue che scorse sulle rive della Cernaia [come anche – aggiungiamo noi – le due medaglie avute dai Francesi e dagli Inglesi] mutò per sempre la memoria del luogo rendendolo da infame glorioso” . Sembra intravedere, nei gangli della narrazione, che la Sardegna – e, in una con essa, la famiglia cui dà origine il nonno della Discendente , sposando una nobile fanciulla, che fu “ombra prima di essere ombra” – abbia avuto parte anche nella nascita dell'unità italiana, il che confermerebbe ancora, insieme all'aura epica in cui è rappresentato l'animo sardo anche nella normalità quotidiana , la prospettiva della rivendicazione storica, confermata anche da “l'acerbo rimpianto che avrebbero provato i discendenti, lontani dall'isola diletta” . Né ciò esclude il franco riconoscimento di quelli che sono gli aspetti negativi della realtà isolana . Aspetti che talvolta sono d'una tale tragicità da esser solenni, come la rappresentazione dei morti sulle lapidi dei cimiteri, ove appaiono... “...quindicenni dai visi attoniti, patiti, minati dalla malattia ma selvaggiamente attaccati alla vita e strappati da essa, come trascinati per i capelli e gettati nella polvere opaca del sepolcro” . Morti, poi, che “non smettevano di far parte della vita della famiglia ” […] che “tornavano sempre, si sedevano presso le mense nel giorno del loro anniversario e si cibavano con gli occhi di quelle vivande preparate in loro memoria” . E tuttavia ciò non cessa d'essere un dato negativo, in quanto ne sortisce il fatto che quella gente crede nel ritorno dei morti, e tutto organizzano in tale prospettiva, sicché il vivo della loro vita impallidisce e smuore sotto il dominio di quell'idea di morte che li sovrasta, e perfino il sorriso scompare dai loro volti, insieme ad ogni gioia e ad ogni piacere. Soltanto i morti davano messaggi di vita e soltanto in loro si riponeva la fiducia, in quanto ci si poteva parlare e intessere racconti sulle loro epifanie . E, ciò che è peggio, vi erano i “nati morti”, cosiddetti perché vivevano come nascosti e muti, e dimenticati . E qui si entra nella fiaba, altro gesto che compie la poesia, onde vien redenta l'amata isola, tramite l'impiego tecnematico delle sue figure, degli eventi fantasiosi, come questa nascita in forma del suo contrario, che è la morte. Nascere nel modo della morte. Ché questo viene alla mente in primo luogo, oltre ogni paradigma di ragione, com'è il mondo della fiaba. E subito se ne ha conferma in nominazioni di persone fantasmatiche quali “il Prozio della Terra Argentata”, “la Ferale Fanciulla”, la morte dei “Fanciulli inconosciuti”, “la follia celata dello sposo”... E in accordo alla fiaba sono anche altri dati, o caratteristici d'essa – come l'amor pecudum bestiarumque, per cui gli animali son tenuti in gran conto ed esposti sempre a maraviglia, immersi come sono sempre in una luce suggestiva – o difficili da inserire nel quadro d'una normale accadenza, come le magiche descrizioni di luoghi lontanissimi e da lei, Francesca, mai veduti, o narrazioni altrettanto dettagliate di lontani antenati, di cui non pare che disponga di trattazioni biografiche o autobiografiche . Fiabesche in certa misura sono anche le storie, come stesso i ritratti che costellano il libro e poi si susseguono continue verso la fine di esso. La prima storia è quella del prozio Bathor, ucciso dal suo servo-pastore e che da un ritratto sembra fissare i fanciulli con le sue pupille languide. Un'altra è del padre della Discendente che, avviato alla guerra, ne fu distolto dalla nuova d'una tragedia familiare: così sono essi presi – dice la poesia – tra una tragedia e l'altra. Una terza è del “leggendario Padre Solle” che, da cappuccino fattosi bandito e cantore, ammaestrava come Orfeo bestie e uomini nei boschi, con versi “che paion esser foggiati su una mola”, così in traduzione, ma in sardo è “ghettàtos in su molle”, con quel “ghettàtos di ben altra potenza operativa. La quarta storia è del Nonno, alla cui dipartita cento mani si alzarono disperate a strapparsi chiome, perché aveva a sua volta alzato le mani armate di corda su di sé per trarsi via “dalla fossa oscura del mondo”. Di lui son narrate anche le esequie, spoglie, senza il rito sontuoso che era di costume , perché morto suicida, e s'era tolto via dal respiro di Dio. E con ciò si capisce anche un'altra funzione che finisce con l'espletare questo libro, e che è quella di studio d'usi e costumi sardi. La quinta storia è quella in cui la narrazione “discende alla Discendente” la quale, in un sogno ricorrente torna alla sua adolescenza, a tavole colme di cibi succulenti, tra persone ed ambienti di vario genere, e dove incontra quella che definisce la sua peggiore amica, che però subito si dilegua nelle ombre del mondo. La sesta è la storia della Madre, vissuta – e così morta – nello sprezzo dove sempre fu relegata dall'orgoglio nobiloide delle cognate, come ombra loro molesta, non per sue incapacità o colpevolezze, ma solo perché entrata nella casta provenendo, senza nessuna dote, da una famiglia umile e “dal piccolo, spregiato” villaggio di Laus, con la Bisnonna materna (storia settima) che ne venne a piedi, con un suo fratellino per mano, a servire “per il ventre”, cioè per il solo mangiare e senza altra paga. E tuttavia fu colma di forza vitale, di gioia di esistere, sempre sorridente, poetessa orale dalla voce melodiosa. E l'ottava storia è della Signora Preziosa presso la quale ella serviva, signora sempre a letto in una spensierata dimenticanza delle ricchezze che la sostentavano, “facendo colare l'oro del tempo nelle stanze dalle imposte accostate a schermare le unghiate della luce”, nonché la voce dei venditori di ramazze e padelle di rame che, per quanto disperati, “cantavano meravigliosamente con voce nasale e cuore sperso” . La storia nona è quella del fratellino che la Bisnonna si tirava dietro, una storia di fame ed abbandono, di vestiti smessi e malandati che lei raggiustava a sua misura, così dimostrando stupefacenti abilità di cucitrice e ricamatrice, completando la sua figura di serva tuttofare, su cui si spensierava la Preziosa. Decima storia, quella dell'uomo che l'avrebbe dovuta sposare, l'uomo al quale a vent'anni fu predetto che avrebbe avuto quattro figli e sarebbe morto a trent'anni. E così fu, che parve “un destino marchiato a fuoco nel suo sangue”. Segue la storia di Janua (storia undicesima), una dei quattro, “piccola dea d'acqua”, che ereditò le abilità materne, “ammantata di silenzio” e, per una febbre che le devastò polmoni e bronchi, fu la prima della famiglia ad abbandonarsi alla pace che regala la follia. Dodicesima è la storia della sorella Josefa, che vagava per il borgo “come una puledra selvaggia, cercando i calzoni di ogni uomo”, danzando e mostrando i seni lattei o sollevando le sottana fino alla cintola. Era la madre poi a riprendersi tra le braccia la figlia insensata, tocca da passione frenetica quasi di origine divina, finché, allontanata da casa, fu “chiusa in un luogo di eterno lutto”. La tredicesima è d'un remoto pronipote, cui toccò la follia nella forma del piccolo male, finché non ebbe la stessa morte del Prozio e del Nonno. La quattordicesima fu la storia di Nina, terza sorella, che seppe, dal matto del villaggio, la morte del suo giovane promesso sposo per un male sconosciuto. Dal che, poco dopo, anche lei scese nella tomba. La Discendente infine narra di sé e di altre povere creature dalla vita eroica, benché educate ai millenari riti dell'ossequio ai maggiori, senza alcuna concessione al bello, al piacevole della vita, come fossero nati senza desiderio, per sola opera e virtù di un caso insensato. Trattati come oggetti cui nulla fosse dovuto, crescevano con il nulla scavato nell'aspetto, eppure nell'età adulta tiravan fuori dalla stessa disperazione un coraggio leonino, pur senza che nessuno ne rendesse loro merito. Tutto nella risonanza orgogliosa dei nomi di casta, non solo nel paese dei vivi ma anche in quello dei morti, dalle lapidi altezzose. Tutti barbari, conquistatori e pirati, benché da loro sortissero anche eroi del Risorgimento, quali Alfredo Mameli, autore dell'inno nazionale, ed Efisio Thola fucilato a trent'anni per aver esposto un foglio patriottico. Loro erano a splendere, non i “signori”, di cui pure erano le cariche più importanti, di medico, di farmacista, di preside, di veterinario, niente altro che “morti di fame” al loro confronto. Tutta questa storia di storie, anche attraverso la bellezza dell'isola e le sue origini mitiche, approda a ritratti di personaggi ognuno con le sue malie, così come avviene poi nella storia del mondo, che ognuno è fatto d'essa e si esprime in essa. Ultimo, il ritratto della Discendente, in cui si discioglie il pianto dell'infanzia non vissuta, del difficile rapporto con la madre. E narra la sua scoperta della scrittura, l'affaccio al pianeta del sesso, la lenta e faticosa vittoria sulle ombre paurose che la ossessionavano, fino a prendersi cura della zia Memme che, vecchissima, vagava sola per le strade in cerca di cibo. Suo solo rifugio erano i libri, i soli che ambisse a possedere. A dare assaggio dello stile davvero ammirevole di Francesca, leggo appena un brano di questo romanzo poderoso, fra tanti che meriterebbero, e che traggo da pag. 102 : «Nelle loro pupille, il sogno dei giorni che per la madre bambina non sarebbero mai giunti, dei pomeriggi in corsa tra le strade sterrate del Villaggio, nella polvere celeste dove si levava ogni tanto un angelo a salvamento dell'eccessiva violenza delle lotte; delle sere impazzite di rondini e cicale, a cui si mescolava il dolciastro odore delle malve, simile al miele, quando le urla dei ragazzi in gazzarra trionfavano sulle stelle, sfrondavano gli immensi ippocastani, i noci spaventosi e intatti, scagliavano ciottoli come proiettili di piombo, tornando al desco soltanto dopo mille infuriati richiami di mille madri, le quali da mille balconi e poggioli protesi sulla notte li cercavano, mentre essi frenetici nel buio ancora in corsa si sfidavano come Ettore e Achille nascosti invano tra le pietre e le fionde.» Domenico Alvino

domenica 3 aprile 2016

DOMENICO ALVINO. “THAUMA”, Loffredo Editore, Napoli, 2014 Roma, 13 ottobre 2015 (Thauma=meraviglia e mostro…) EPIFANIA DELLA DONNA-MIRACOLO. Entriamo dunque in questo universo, in questo Paradiso frammentato di creature diversissime tra loro, un prisma luminosissimo, accecante, di donne che purtuttavia, nella sfaccettatura abbagliante del cristallo, concorrono tutte a comporre un’unica deità, la divina grazia dell’Assoluto femminile, non dirò dell’Eterno Feminino di dannunziana memoria, no, poiché Domenico Alvino, pur avendo ben presente e quasi connaturata in sé ogni epoca della Storia e della cultura e della poesia, da quella classica, a lui ben nota e assiduamente frequentata (ossia con mente assidua, quasi assillante e assillata da un altissimo contenuto) a quella contemporanea, redige un raffinatissimo, ironico, struggente, oltremodo articolato “CATALOGO DELLE DONNE”, ovvero della Domina assoluta, dominatrice della sua mente, vista nella più terrestre concretezza, come nella più celeste ed impalpabile “angelicità”, se si potesse dire, donne che con la sua sola andatura, col solo incedere –come vediamo nella prima delle tredici sezioni in cui si articola il volume – riconferma il miracolo dell’esistenza di un essere ineffabile, impossibile da delimitare con parole o da definire, poiché è nella sua essenza infinito. Così Domenico Alvino, non volendo sottrarsi alle parole, ma al contrario misurandosi con l’impossibilità del dire un tema tanto elevato, si inoltra nella selva delle connotazioni e si incanta nell’incontro con una sconosciuta “ammantata d’alba” della prima poesia (noteremo mille volte certi versi lancinanti, come scoccati da un lampo celeste, simili a questo, nelle 117 poesie che compongono il volume, e non ci stancheremo di sottolinearli, epifanie di mistero) o con la sua donna d’elezione, che “viene per l’amore” e ha “occhi di cerve immemori”, o con la sua nipotina che dorme, che “vive nel respiro dei fiori”, ovvero con la ragazza abbracciata da un compagno, tanto che “stettero così/che tutto l’universo passò tra i capelli/ con le stelle che fluivano/le comete dentro i respiri trattenuti”, e ancora ne “IL nome” (23), il miracolo della nascita e del nome, appunto, “Aprile”, degno di colei che apre, che si apre la strada verso la vita, in uno straordinario, straziante dialogo, costruito con sapiente maestria, in cui ogni parola è un universo, ogni verso un mondo, meditatissimo andirivieni di frasi poetiche, eppure come solcato da una sua perfezione assoluta. Così ne “La cantante cieca” (24), dove la parola sembra frangersi, spezzarsi di fronte all’orrendo buio delle pupille spente, quasi farsi singulto a rendere l’orrore; brevi lampi di senso come in “Cuore di cenere” (25) o in “Eila” (26), “dedicata alla figlia che andava sposa” (spiegherà qui il poeta l’appellativo Eila, criptico per tutti, crediamo, tranne che per lui?), dove la frase poetica cela, nasconde, non dice, in un gioco continuo di velamenti e disvelamenti; così, nel gioco delle allusioni, delle sospensioni, delle attese in “Tu eri” (27), sprazzi di frasi, frantumi di senso, tuttavia fittissimi di significanza, dove sempre aleggia la donna, sempre invocata, immenso tutto ed essenza del tutto, un lampo, come “lampo è la vita” nella poesia (28) dedicata ad Adamo ed Eva nell’Eden, con cui si chiude la prima sezione del volume. Ora ci addentriamo col poeta nei luoghi delle epifanie, dove la donna aleggia col suo “volto flagellato” nella stupenda dell’incipit di questa sezione intitolata “Luoghi del miracolo”, incipit meravigliosamente inaugurato dalla “Oscura la linea degli Albani”, la poesia che porta nel sottotitolo “Luoghi in rovina, battuti dalla pioggia”, che Domenico Alvino indaga con occhi acuminati di lince, riportando sulla pagina le atmosfere misteriche dei riti millenari che si celebravano su quelle mitiche alture, sacre ai nostri più lontani antenati, la cui inquieta presenza sembra ancora aleggiare ovunque, anche se HIC ET NUNC è la presenza di una lei a rendere ogni cosa più viva e vera, come nella successiva che chiude la brevissima sezione, dove basta uno sguardo per accendere una storia d’amore ed è l’amore che fa da quinta dorata o sanguinante ad ogni verso… Ancora una “lei” senza nome, ma ben determinata, come “delimitata” dai versi, apre la successiva sezione intitolata “Il miracolo” (leggere pag. 37) e qui davvero l’epifania della donna è tangibile e salvifica come l’angelo della Resurrezione, intoccata tuttavia, lampo che accende di sé il giardino di Villa Borghese, come di sé accendono il pianeta le ragazze che cantano e danzano, quasi avessero attraversato i millenni sempre nella stessa attitudine, poiché qui si sente l’aura celeste degli antichi e vi si inoltra il poeta, tanto da scrivere un brevissimo testo in latino – così vicina a lui è quella cultura, a lui, cioè al docente di Lettere Classiche – come anche il francese non gli è estrano: ha nella memoria la misteriosa dama che con fare altero attraversava la strada in una troppo nota poesia di Baudelaire ed egli la fa sua senza alcuna imitazione. Così, il poeta ancora si incanta a descrivere la grazia delle ragazze che in frotta si disperdono come passeri in un giardino, o l’abbagliante nudità di una donna, o la chiarità del volto di una bambina, o “l’immatermateriata” madre, che fa prove di maternità, o per Moana Pozzi (pag. 49) dalla “bellezza richiusa”, donne dai visi come cieli che aggiornano o annottano, che semplicemente sono, esistono, senza quasi poter essere descritte, ineffabili nella loro essenza misteriosa, fatte di luce, (pag. 51), di sussurri, che si muovono nelle città incantate, attraversando “la luminosa polvere degli anni” nella omonima sezione, “immagini in riva al sogno” (56), dove una lei più che mai fatta luce incendia il tempo dell’amore, di un lui che la attende come “esca, fiammifero” a illuminare il giorno, lei che salva lui “affacciato alla balza” del tempo, lei che, creatura salvifica, conduce “ai confini paradisiaci” (in “Precipizio”, 60), benché lui sia tentato dal baratro, dal vuoto, dal nulla dell’esistere, di contro a lei che è capace col suo solo respiro di attraversare i millenni (61) insieme a mille altre donne nella sezione dei “Ritratti”, dove si inseguono figure femminili innominate, che camminano “con qualche guizzo di lupo” (65), che ballano “sopra le inquiete/ore dei crepuscoli sospesi”, che “nell’orgoglio gettano vita e canto” (69), che “inclinano a gauche” (70), suscitando atmosfere di frenetico impegno politico; o altre denotate da nome e cognome, come nella poesia “Lacerazione” (71) per Giuseppina Puglia (ce ne vorrà parlare forse il poeta?), o per Porzia, la sposa fedele di Bruto, l’assassino di Cesare, che si uccide per amore di lui mangiando carboni ardenti (73), ovvero per l’amica che tutti abbiamo conosciuto, Maria Zarattini, per molti anni, indefessamente e senza alcun tornaconto, se non quello della felice condivisione dell’atto poetico, operatrice culturale presso il Caffè Notegen (ormai da tempo purtroppo chiuso), la cui “umiltà del volto/si appartava in un sorriso” (75). Una sensualità sottile traluce dalle pagine, sensualità di cui è fatta ogni donna, sia quella “tutta capezzoli avidi” di uno spettacolo televisivo (83), sia nella sacralità del concepimento della vita, sia nel folle volo “dalle bassure iliache/a una melodia di nudo essere” durante l’atto sessuale, sempre tuttavia nella “menzogna dell’Amore”, anche se “la luce del desiderio ci accompagna”, come del resto la memoria di donne scomparse, di altre partite, fino alla “Furiae ex inferno aruptae” dell’omonima sezione (103), le donne-diavolesse il cui riso devastante apre la strada al niente, allo sbeffeggio pacato ma inesorabile dell’autore (103), donne divise tra quelle la cui “mano offre la rosa” e quelle che “nascondono il coltello”, che lasciano straziato e “pieno di pianto” l’uomo nel loro “chiudere e schiudere”, ovvero la donna pura e torbida come l’acqua (106), o ancora dal “sorriso colmo/di intime grazie/che ne sale un nugolo/ fino alla sete d’occhi/insaziati di guardarti”(107); donne emerse da una eternità di istanti, come la Clodia di Catullo qui rievocata con l’identico, struggente carico d’amore e d’odio (108 e 109), anche nell’ironia che ricorda la grande poesia satirica di certi classici, come Giovenale (la satira “Contro le donne”?) nella poesia “Tra i capelli ritinti” (110), fino al sarcastico poemetto “De pipparolibus allisque comparibus”, di cui solo l’autore ci potrebbe svelare la chiave, se volesse, non soltanto una goliardata poetica, poiché l’assurdo è del tutto evidente nella foia che prende i personaggi agitantisi sulla scena della poesia e della vita, puttane quindi, magnaccia, mariti cornuti e giovani amanti, nella pantomima triste e vecchia quanto il mondo, divertita e divertente tregenda di diavoli cornuti, in una oscenità da Basso Impero o da Suburra perenne, ovvero degna del cubiculum di Caligola, della Roma di Messalina di cui pare abbia ereditato lo stile la Puttana innominabile qui tanto efficacemente effigiata e dannata per l’eternità a essere considerata la “pipparola serva di pipparoli”. Eccoci dunque alla sezione “Carni chiuse”, dove l’eros si fa vieppiù violento ed esplicito, benché la frantumazione del verso renda tutto come frammentato, quasi la riproduzione di un sogno, apparentemente insensato, eppure quasi tangibile, più vero del vero. Sogno, immaginazione, dialogo muto tra esseri che si infiammano di Eros: ogni verso è una scheggia di realtà che occorrerebbe meditare ed è lo stile, qui, nelle poesie più tarde, a rendere con forza la potenza del senso. Così il poeta si dibatte tra “Il nero delle carni chiuse” (123) e “Il negarsi della donna” (125), “La solitudine patita a opera delle donne e in famiglia” (126) con il sospetto, appena un’ombra malcelata di misoginia, già da noi notata, ma non esplicitata, come nella grande tradizione classica, certo dovuta a vera sofferenza d’amore, a incomprensione, più che a odio, livore di misogino vero e proprio, o rancoroso desiderio di rivalsa verso colei che si è negata all’amore; si dibatte, dicevamo, tra la brama della “donna impenetrabile” (127) dove il gioco leggero e ossessivo dei pronomi personali che si rincorrono da un verso all’altro rende assai bene l’incomunicabilità tra i due amanti, di cui lei è l’ “Inattingibile” (129), sempre e comunque “In fuga”, concetto reso benissimo dall’acceso sperimentalismo, quasi da “Novissimo”, come ne “Il cuore addosso” (130), benché risalente al 2011, ma sempre attuale. Si dibatte dunque il poeta nel “Dolore” (131) “dell’innamorato all’amata che lo ricusa”, un dolore fatto di cemento, ma “se lo fai uscire poi/tutto crolla” però talvolta “Amore presta ali” (132), sino ad arrivare alla definitiva “Cose ed ombre” (133) ossia “Per una giovane malamente abbandonata” che chiude la sezione, lasciandoci ad immaginare la misteriosa sorte della fanciulla, la cui anima “dorme sotto gli ulivi” (133). Tutta dedicata invece al dolore della perdita è la successiva sezione “Addii”, colma di una infinita malinconia per le donne amate e perdute, la caduta del desiderio, il “vuoto rapido della bellezza” (139) e anche qui versi spezzati come singulti, parole macerate nel ricordo o nel nulla, gesti interrotti, ricordi smozzicati, l’aria “appena smossa sotto i cipressi” (140) e “nessun gallo a cantare” (141) in una simbologia che costruisce il senso profondo della mancanza di una lei inesprimibile perché inafferrabile, “legata alle rondini” (142), ovvero “che danza al passo delle nuvole” (ibidem) (“Alle rondini”, ovvero “Al cinema, lì davanti, due”) e che “non è come la luna” (144) e ha “cuore di cenere” (146) ed è in definitiva “donna domina domus prima/et quies ultima degli stremati/tempi” (147), emistichio che dà anche il titolo al volume, colei che nonostante tutto, il dolore per il mancato amore, la fuga, la perdita, accoglie come dimora primaria, estremo rifugio ai mali del mondo. Infine, la conclusione del volume, con le ultime tre sezioni, “Il pagliaio vuoto”, “Sogno” e “Canzoni”, dove ancora emergono strazianti figure di deserto e abbandono, si tratti della donna “lasciata attendere, che ardeva” (151), della sorella morta, di quella arrivata “tutta sporca” (155), o di quella “diventata ombra “che sbianca/a vincere la luce” (156), o ancora colei che “poiché tacque/si inveterarono le ossa”, con una delle tante citazioni latine che abbiamo tradotto, care al nostro autore, ovvero della novizia che lascia il mondo per il convento (160); di colei per la quale si rifiuta il Paradiso, se non la vi si trova (citando stavolta la “Cavalleria rusticana” di Pietro Mascagni) (162); e ancora di Desdemona (in francese e in italiano) che Otello ha cancellato dalla vita (164), a cui sono dedicate due poesie, di Beatrice e di Laura… Donne ideali dunque (173), donne-luna, Leucothea la Bianca, la donna dell’ultima volta a Madrid, la fanciulla che sorrideva al poeta “in un sottecchio”, mentre la madre la pettinava; la ragazza lasciata da un parigino innamorato che ne piange; la principessa sterile; l’alunna che ha preso il velo; donne simili a rugiada, e anche una poeta come Giovanna Sicari, purtroppo prematuramente scomparsa; e un’Alida, e Sonya, la nipote del poeta, ed Eva con accanto l’eterno Adamo, fino alla chiusa fulminante del “Correre da lei”, quasi fosse il fine ultimo dell’esistenza di ogni uomo. (Francesca Farina)

mercoledì 12 novembre 2014

Chi è l’autrice di questo romanzo intitolato “CASA DI MORTI”. Francesca Farina è nata in Sardegna, ha studiato a Siena e risiede dal 1973 a Roma, dove si è laureata in Lettere Moderne con una tesi sul poeta sardo Sebastiano Satta, relatore il professor Giuliano Manacorda, correlatore il professor Walter Pedullà. Nel 1983 si è specializzata in Letteratura Italiana con una tesi sul poeta "novissimo" Antonio Porta, relatore il professor Riccardo Scrivano. Fin da giovanissima ha cominciato a scrivere poesie e diari. I Diari relativi agli anni 1977/78 sono risultati finalisti nel 1998 al "Premio Pieve-Banca Toscana", ideato e presieduto da Saverio Tutino. Sempre nel 1998 ha curato la pubblicazione di “Framas” (“Fiamme”, in sardo) che raccoglie poesie del fratello, della madre e un suo racconto. I Diari relativi agli anni 1986/87 sono stati premiati con la Menzione Speciale allo stesso Premio Pieve nell’anno 2007. Nel 2000, i sonetti "Sulle ali dell'angelo" sono stati segnalati per la sezione inediti al "Premio Internazionale Eugenio Montale", organizzato e presieduto da Maria Luisa Spaziani. Sempre nel 2000, la silloge poetica “Nature morte” ha ottenuto il secondo premio ex-aequo al concorso "Nuove scrittrici", organizzato dalla rivista «Tracce» di Pescara, diretta da Nicoletta Di Gregorio. Francesca Farina collabora dal 1986, in qualità di critico letterario, alla rivista accademica «Esperienze letterarie», diretta dal professor Marco Santoro dell'Università “La Sapienza” di Roma. Diversi suoi racconti e poesie sono stati pubblicati in riviste specializzate, ovvero premiati o segnalati in concorsi letterari. Un'antologia di sonetti, che ormai ammontano a circa cinquecento, intitolata “Tragoedìa”, è stata pubblicata nel 2008 dalla Casa Editrice Zona (www.editricezona.it), mentre è pronto un romanzo inedito dal titolo “L'isola dei morti”. Ha scritto, inoltre, tre sceneggiature, una basata sulla “Vita di Vittorio Alfieri scritta da sé medesimo”, una ambientata nella Sardegna dei primi anni Sessanta e intitolata “Tamarikes de preta” (“Tamerici di pietra”) e una tratta dal romanzo “Il giorno del Giudizio” di Salvatore Satta. Un altro suo libro di poesie è “Metamorphòseon”, ossia “Delle trasformazioni”, pubblicato dalle Edizioni Associate di Giorgio Cortellessa nel 2008. Nel corso degli ultimi anni ha partecipato a molteplici manifestazioni poetiche e organizzato numerosi eventi culturali, come la “Maratona dei Poeti”, con letture poetiche a cadenza mensile e la partecipazione di circa trenta poeti; il “Leopardi’s Day”, a cadenza annuale, con letture poetiche in occasione dell’anniversario della nascita di Giacomo Leopardi e L’Isola dei Poeti, che si tiene dal 2008 all’Isola Tiberina, a Roma, e nell’ambito della quale quest’anno si è svolto anche il Premio di Poesia “Insula Romae”. Attualmente, cura la redazione di un suo blog personale, www.poeticontemporanei.blogspot.com e sta preparando tre nuovi libri di poesie per tre diversi editori. Questo è il suo primo romanzo, di cui pubblica qui il capitolo undicesimo. Francesca Farina può essere contattata tramite l’e-mail rosafrancesca.farina@fastwebnet.it Che cos’è “Casa di morti”. “Casa di morti” è un romanzo mito-biografico, perché si tratta di una biografia, più che romanzata, mitizzata, dell’autrice, la quale riassume in sé un’antichissima schiatta, austera, dignitosa, profondamente fiera dei propri valori, tra i quali spicca primario quello della cultura. La lotta secolare per emanciparsi è passata proprio attraverso la scuola, lo studio, la lettura e la scrittura, valori ai quali la famiglia dell’autrice e la stessa hanno sempre creduto e che hanno a lungo perseguito, fino a pervenire al momento attuale, forse il momento migliore dell’intera loro storia, nonostante la decadenza del mondo, che assiste al proprio sfacelo senza pressoché alcuna reazione. La denuncia del crollo della società e della Storia del Villaggio è il vero cuore del romanzo, che ripercorre, come esemplare della storia di tante altre famiglie, la storia della propria, con l’intento di salvare dall’oblio la vita degli ultimi, coloro che non hanno storia e non hanno parola, che si dibattono nei brevi giorni della loro esistenza e poi si addormentano nel sonno perenne della dimenticanza, quasi non fossero mai venuti al mondo. Il romanzo si compone di due parti: nella prima si rievocano gli ultimi due secoli, dalla metà dell’Ottocento alla metà del Novecento, nella persona e nelle vicende degli antenati più prossimi. Nella seconda, come in una ideale galleria di ritratti, sfilano i personaggi che hanno compiuto la loro meravigliosa e generosa opera di donazione di sé, per permettere alla stirpe di perpetuarsi, affidando all’estrema Discendente, anche grazie alla memoria orale degli antichi cantori della famiglia, il compito di narrarne le vicende, attraverso la scrittura. La conclusione è inconclusa, come la stessa vita, che prosegue oltre l’umana esistenza, senza fine… “CASA DI MORTI” ROMANZO MITO-BIOGRAFICO DI FRANCESCA FARINA Capitolo undicesimo Casa materna. Antenati quasi fiabeschi: Usignola “Mani d’oro” si unisce al Cavaliere della Valle Solitaria. Follia e morte delle donne della casa materna. Il mattino d’un Villaggio d’altri tempi. Lhaus, il Villaggio da cui era mossa la Bisnonna materna, che se ne venne a piedi a Bithia con un fratellino a servire “per il ventre”, “per il solo mangiare”, era costituito da poche casupole, fermate sulla costa di un monte, attraversate da un sentiero sterrato e perverso, con una pietraia tutto intorno: simile a una pietraia sempre era apparso nell’immaginario della famiglia il povero, spregiato luogo di dove giunsero quei primi, lontani ascendenti della Madre, quella ragazzina magra con gli occhi che le mangiavano la faccia, le labbra appena una fessura, come scomparse a causa della fame, le guance asciugate dalla miseria, e quel bambino, che lei si tirava dietro, debilitato dallo scarso cibo e dalle lunghe, precoci fatiche, recalcitrante per la stanchezza e l’umiliazione, presto domato dalla lunghezza del viaggio. La straordinaria forza vitale che la sorreggeva, la gioia profonda di esistere, nonostante l’insensatezza stessa di quella, nelle tristi circostanze in cui era venuta a trovarsi, l’orfanezza, la grazia del suo sorriso sempre aleggiante sulle gote a formare un lievissimo arco, a restringere le pupille colme di luce, determinarono il suo destino, insieme alla potente melodia della sua voce di poetessa orale: “Mariedda servitora de signora Preziosa chin sa oche armoniosa paret Minerva Prandora!” così le cantò un anonimo poeta del Villaggio, paragonando la Marietta dalla voce armoniosa a Minerva “Pandora”, dai molti doni. Si mise dunque ai comandi di quella riottosa dama, signora Preziosa, la quale in perpetuo ozio trascorreva i giorni quasi esclusivamente a letto, adagiata e come sommersa da cuscini ornati di trine e lenzuola ricamate, morbide coperte e serici copriletti, essendo figlia ed erede di ricchi proprietari di molti “salti” e pascoli e “tanche” e greggi e armenti, dei quali nulla conosceva se non le pingui prebende che ne traeva e grazie alle quali era sprofondata lentamente in una quasi morbosa e pestifera indolenza: in realtà, alla sua pigrizia inaudita era dovuto il nome, o piuttosto il soprannome, che portava e col quale è passata alla leggenda. Dalle coltri tra cui stava perennemente adagiata, Signora Preziosa sorvegliava stancamente l’andamento della casa, come disgustata da ogni più piccola incombenza, e per un nonnulla chiamava quella servetta svelta, allegra, che in un lampo, volgendo le trecce, nere come ali di corvo, occhi e gambe di cerbiatta, si precipitava in cucina, in cantina, nella strada, chiamava un servo, rincorreva un fattore, portava l’acqua, preparava la tavola, tagliava la legna, accendeva il fuoco, stirava i panni, quindi, torcendosi le mani nel grembiale, tornava dalla padrona a riferire che tutto era a posto, che ogni cosa era fatta, che la tale persona era venuta, che la talaltra commissione era assolta, e a domandare affannata e sorridente che cos’ altro la signora comandasse. Nei mattini caldissimi di luglio, durante i quali ribollivano le strade e le piazze del borgo, deserte sotto il più frenetico sole, la signora faceva colare l’oro del tempo quasi inerte, sfibrata dalla calura, nelle stanze dalle imposte accostate a schermare le unghiate della luce. Nell’ora che saliva, passavano i venditori di ramazze di saggina, di recipienti di rame, dei quali si ornavano come fanti primordiali cinti da armi preistoriche, le lance innestate, i giganteschi elmi scintillanti di rossi riflessi. Quei poveri viandanti avevano fatto un lungo viaggio, partendo nel cuore della notte dai loro villaggi della costa o della montagna, per essere al paese alle prime luci dell’alba e spesso ne ritornavano senza aver spacciato nulla o quasi, timidi e impauriti, tristi e come schiacciati da un peso che non era soltanto quello delle loro arcaiche suppellettili. Tuttavia cantavano meravigliosamente con voce nasale e cuore sperso: “A chie cheret “A chi vuole laviolosos recipienti ei saltaineeeeeeees!” e padelleeeeeee!” Allora, ascoltando quelle voci cantilenanti che provenivano dal fondo assolato e deserto delle vie, la padrona si assopiva, sognando. Più melanconici e cupi i giorni d’inverno. Nella buia cucina, abbandonato in un canto, sopra una stuoia, aspettando anch’egli qualche ordine o schivando le ingiurie di un vecchio servo irascibile, quel fratellino, che ella si era trascinato dietro dal suo barbaro villaggio montano, lasciato all’oblio di uomini e di dei, il quale dormiva per terra, con sempre i soliti panni addosso, nutrito scarsamente col cibo che la sorella strappava per lui alla mensa dei padroni, latte e ricotta e pane e lardo, e qualche volta anche salsicce e cacio, e perfino, le domeniche, i maccheroncini cavati dal ferretto, conditi con il formaggio e le noci, o anche col sugo di
Il più grande parco divertimenti al coperto d'Italia
Tantissime attrazioni per tutta la famiglia e giostre per ragazzi
Divertimento tra lo zucchero filato e la frutta caramellata

Il più grande parco divertimenti al coperto d’Italia

16-17 dicembre 2017
Dal 22 dicembre 2017 al 7 gennaio 2018
13-14 gennaio 2018

Winterello

Presto online!

Braccialetto

Clicca qui!!

Intrattenimento

Clicca qui!

Attrazioni

Clicca qui

Partner

Supporter