Offerte Regno Unito a buon mercato di fascino per Pandora Equestre Equitazione fascino del braccialetto di pandora

Gioielli Pandora

TUO Account
TUO Account
Carrello:0
Carrello:0

fascino del braccialetto di pandora

Pandora Händler
fascini in stile pandora
pandora linn
Pandora Hund Charme
pandora charms à vendre
  • +
  • -
  • Stampa
  • Mail

I gioielli responsabili firmati Pandora debuttano a Milano

L’AZIENDA DANESE SCOMMETTE SEMPRE DI PIÙ SUL MERCATO ITALIANO E ARRIVA NELLA CAPITALE DELLA MODA DOPO LE APERTURE DI VENEZIA, ROMA E ORIO CON L’OBIETTIVO DI RAGGIUNGERE ENTRO FINE ANNO QUOTA 30 MILIONI DI EURO DI FATTURATO. IL GRUPPO INTANTO PREVEDE UN 2012 IN CRESCITA DEL 5%

Irene Maria Scalise

Milano In un momento storico in cui il lusso etico sembra essere il solo possibile l’azienda Pandora, che quest’anno festeggia 30 candeline basate sul riuscire a mettere cinque stelle al gioiello green, amplia la propria presenza in Italia. Dopo l’apertura di Venezia, Roma est e Orio, il colosso danese della gioielleria si prepara infatti al grande debutto autunnale nel centro di Milano (il negozio ha aperto in questi giorni, ma l’inaugurazione ufficiale sarà in autunno). Arrivata in Italia esattamente due anni fa, Pandora ha penetrato il mercato in modo piuttosto rapido. L’obiettivo, ora, è raddoppiare il fatturato italiano portandolo a 30 milioni di euro entro la fine dell’anno. La formula commerciale più diffusa per l’azienda si consolida quella del franchising (all’estero su 680 negozi solo 90 sono “diretti”) con partner locali del settore della gioielleria. E il focus, entro l’anno, è arrivare a 900 punti in franchising. Il gruppo Pandora ha chiuso il 2011 con un giro di affari di quasi 900 milioni di euro e un Ebitda (utile dell’azienda prima di tasse, imposte e interessi corrispondente al risultato del business) del 34,2% mentre si prevede per il 2012 una crescita dei ricavi mondiali attorno al 5%. «Il nostro target di pubblico è piuttosto ampio — spiega Massimo Basei, managing director di Pandora Italia — puntiamo a una fascia di pubblico femminile dai 25 ai 50 anni anche se abbiamo scoperto che il bracciale componibile Moments

(disponibile in argento e in oro), considerato il nostro prodotto “eroe”, piace molto alle giovanissime». Il motivo del buon rendimento dell’azienda, nonostante il generale periodo di crisi, secondo Basei ha motivazioni chiare: «Pandora offre la possibilità di personalizzare un gioiello aggiungendo al bracciale il ciondolo che si desidera, entrando così in una sorta di limited edition, ma piace soprattutto perché è accessibile a tutte». Il costo dei ciondoli può infatti variare da 19 a 700 euro, una fascia di prezzo che, per Basei sdogana «la democratizzazione dell’acquisto del gioiello». Non è da meno il fatto che i gioielli Pandora siano rifiniti a mano, realizzati solo in argento sterling, oro 14 carati, pietre preziose, vetro di Murano e legno. L’attenzione verso il mercato estero per l’azienda danese è in costante crescita. Oggi Stati Uniti, Gran Bretagna, Germania e Australia sono i mercati maggiori ma «il futuro ha i colori dell’Italia, dell’Asia, della Russia e della Francia». Tutto questo senza dimenticare una politica attenta alla responsabilità sociale. «In Pandora siamo attenti a promuovere attività aziendali responsabili a partire dal reperimento di pietre e metalli preziosi — precisa Basei — fino alla realizzazione e alla commercializzazione dei nostri gioielli. E prestando attenzione alle azioni civili dei vari governi, che sempre più incentivano alla trasparenza dall’estrazione al mercato, abbiamo intrapreso un progetto di tracciabilità dell’oro nei nostri processi produttivi con sistemi di estrazione mineraria responsabile o impianti di riciclaggio certificati dal responsabile Jewellery Council ». Particolarmente stretto è il rapporto tra Pandora, che è anche membro “gold” del Global Compact, e la Tailandia dove l’azienda ha quattro fabbriche alle porte di Bangkok che danno lavoro a 3600 giovani. «Dal 2005 siamo passati da 380 a 3600 dipendenti e i fondatori dell’azienda da sempre sono riusciti a conciliare la capacità di produzione tailandese con la mentalità danese — aggiunge il managing director — in Tailandia abbiamo una produzione attenta alla formazione del personale, allo sviluppo delle fabbriche, alla riduzione al massimo degli incidenti e siamo una delle prime aziende ad aver concesso i congedi paternità e che non permette gli straordinari non retribuiti. Insomma, a breve l’obiettivo è ottenere le massime certificazioni sulla gestione ambientale e sulla salute nell’occupazione per definire a un modello di best practice sulla lavorazione del gioiello responsabile». Pandora offre la possibilità di personalizzare ogni braccialetto I gioielli Pandora contano 680 negozi del mondo, ma solo 90 vengono gestiti direttamente

(23 luglio 2012) © Riproduzione riservata

Con Repubblica+ 3 mesi a soli 19,99. E in più 20 Euro di buoni sconto

strumenti

  • ilmiolibro
  • ebook
  • TOP EBOOK La mia stella dal Giappone di Virginia Cammarata
ilmiolibro
  • Top Ebook Scrivere un best-seller di Gianni Lorenzi
  • Ebook in primo piano John di Elena Pisi
  • La Recensione FiniRai di Roberto Faenza

Scarica e leggi gli ebook gratis e crea il tuo.



Il più grande parco divertimenti al coperto d'Italia
Tantissime attrazioni per tutta la famiglia e giostre per ragazzi
Divertimento tra lo zucchero filato e la frutta caramellata

Il più grande parco divertimenti al coperto d’Italia

16-17 dicembre 2017
Dal 22 dicembre 2017 al 7 gennaio 2018
13-14 gennaio 2018

Winterello

Presto online!

Braccialetto

Clicca qui!!

Intrattenimento

Clicca qui!

Attrazioni

Clicca qui

Partner

Supporter